27.01.2012 | Aggiornato 31.05.2016

Soia

La coltivazione di soia evidenzia un aumento, il che comporta problemi di carattere ecologico e sociale. In quanto membro di due reti, la Migros è impegnata a favore di una produzione sostenibile di soia.

Semi di soia da una mano all’altra

La soia è una materia prima fondamentale per la produzione di mangimi di animali da allevamento. Negli ultimi 20 anni la produzione di soia è più che raddoppiata a causa del consumo crescente di carne a livello mondiale: ogni anno nel mondo se ne producono 265 milioni di tonnellate. La notevole domanda di soia implica problemi di carattere ecologico e sociale. Le superfici di coltivazione si estendono sempre più comportando la distruzione di foreste pluviali tropicali e di savane ricche di specie.

Rete svizzera per la soia

Per contrastare gli abusi correlati alla coltivazione della soia, nel 2011 la Migros, insieme ad altre organizzazioni e aziende interessate, ha istituito una rete svizzera per la soia sostenibile. Tra i soci fondatori della «Rete svizzera per la soia» figurano, oltre alla Migros, il WWF, importatori di mangimi, l’Unione dei contadini e l’IP-Suisse. Nel mese di maggio 2016, i soci della rete si sono organizzati in un'associazione che si prefigge l’obiettivo di mantenere al di sopra del 90 per cento la quota di soia sostenibile e non geneticamente modificata presente nei mangimi usati in Svizzera. Tale quota è oggi pari al 94 per cento circa. Ogni anno la Svizzera importa circa 250'000 tonnellate di prodotti a base di soia destinati alla produzione di mangimi.

Tavola rotonda internazionale

Dal 2010 la Migros è impegnata a livello globale in quanto membro della «Round Table on Responsible Soy Association» (in lingua inglese), un’organizzazione internazionale che riunisce distributori, produttori e organismi internazionali e promuove a livello mondiale la produzione sostenibile di soia.