Navigazione

Trasporti e logistica

La Migros punta su trasporti di merci rispettosi del clima. Sostiene inoltre lo sviluppo di soluzioni avveniristiche, si impegna a trasferire i trasporti da gomma a rotaia e impiega contenitori riutilizzabili.

460x300_transport.jpg

(Foto: © Jorma Müller)

I trasporti di merci rispettosi del clima sono un tema centrale della strategia climatica ed energetica 2020 del Gruppo Migros. Al fine di poter raggiungere i suoi obiettivi in materia di tutela del clima, la Migros si adopera per aumentare la percentuale di trasporti su rotaia, a ridurre le emissioni della sua flotta di camion e a continuare a impiegare prevalentemente contenitori riutilizzabili. Il suo impegno è dimostrato anche dalla collaborazione con istituti di ricerca e dal sostegno a progetti futuri come Cargo Sous Terrain. 

Riduzione delle emissioni di gas serra

Il commercio al dettaglio delle cooperative si è prefissato di ridurre del 20% le sue emissioni di gas serra tra il 2010 e il 2020: un obiettivo che intende raggiungere anche attraverso il risparmio nel consumo di carburante. Il trasferimento dei suoi trasporti da gomma a rotaia consente alla Migros di limitare le emissioni di CO2 e la scelta del carico e del tragitto ottimali di ridurre il chilometraggio della sua flotta di camion e di quella dei suoi partner. Al contempo la Migros punta su camion con classi di emissioni Euro 5 ed Euro 6, utilizza biodiesel ed effettua test con camion elettrici per il rifornimento delle filiali della città di Zurigo. La sua collaborazione con istituti di ricerca quali l'Empa favorisce inoltre lo sviluppo di tecnologie efficienti ed ecologiche per il trasporto delle merci. 

La distribuzione delle merci in Svizzera: la priorità al trasporto su rotaia

I tre centri di distribuzione nazionali Migros a Neuendorf (SO), Suhr (AG) e Volketswil (ZH), le dieci centrali di smistamento regionali delle Cooperative e la maggior parte delle aziende dell'Industria Migros dispongono di collegamenti su rotaia propri. In qualità di azienda rispettosa dell'ambiente, la Migros punta da decenni sul trasporto ferroviario. I prodotti provenienti dalle industrie Migros e dai centri di distribuzione nazionali giungono quindi alle centrali di smistamento regionali su rotaia e continuano per brevi tratte su gomma fino ai singoli punti vendita.


Trasporti su rotaia

Nel commercio al dettaglio svizzero la Migros è, in quanto a fatturato, l'azienda leader dei trasporti di merci su rotaia. La metà circa dei trasporti di merci tra le industrie Migros, i centri di distribuzione nazionali e le dieci centrali di smistamento regionali hanno luogo su rotaia, l'altra metà tramite camion. Sono escluse le forniture dirette ai punti vendita, dato che questi ultimi non sono collegati alla rete ferroviaria. Nel 2017 i treni merci hanno percorso per il Gruppo Migros un totale di 13.3 milioni di chilometri. Su rotaia sono state trasportate ben 1.4 milioni di tonnellate di merce.

La Migros trasferisce costantemente ulteriori trasporti da gomma a rotaia. Nel 2017, per esempio, la Migros Svizzera orientale ha deciso di trasferire totalmente su rotaia le sue forniture provenienti dal centro di distribuzione nazionale di Neuendorf. Dall'aprile del 2018, il centro di distribuzione di Neuendorf rifornisce la centrale di smistamento della Cooperativa Migros Svizzera orientale esclusivamente tramite rotaia.


Traffico combinato

Per collegare intelligentemente i trasporti su gomma e su rotaia, la Migros punta anche sul traffico combinato non accompagnato (TCNA). Nell'ambito del TCNA, le merci vengono trasportate su rotaia in casse mobili e semirimorchi lungo il tratto più lungo del tragitto, mentre per il primo e l'ultimo chilometro vengono utilizzati camion a emissioni ridotte. Ciò concerne soprattutto la fornitura dei punti vendita poiché questi non dispongono di collegamenti alla rete ferroviaria.

Dall'inizio del 2013, per esempio, le filiali della Cooperativa Migros Svizzera orientale vengono rifornite dei loro prodotti surgelati mediante traffico combinato dal magazzino di surgelati di Neuendorf. Le casse mobili per surgelati della Migros vengono caricate sul raccordo ferroviario del magazzino per surgelati e trasportate su rotaia al centro di distribuzione di Gossau (SG), dopodiché vengono spostate sui camion della Cooperativa Migros Svizzera orientale che forniscono direttamente le filiali. Dall'aprile del 2018 anche le filiali della Cooperativa Migros Ticino vengono rifornite analogamente, ovvero mediante traffico combinato, dei prodotti surgelati provenienti da Neuendorf.


Trasporti su gomma

Per allestire nel modo più ecologico possibile i trasporti su gomma, le dieci cooperative regionali dispongono di un parco veicoli con mezzi a emissioni ridotte. Nel 2017, il 96% dei chilometri percorsi (dalla flotta di camion delle cooperative Migros, dei centri di distribuzione e di Saviva) è stato effettuato da camion a emissioni ridotte conformi ai severi standard Euro 5 o Euro 6. In questo modo è stato possibile ridurre ulteriormente le emissioni di ossidi di azoto e polveri fini. Attraverso un'attenta pianificazione, uno stile di guida volto al risparmio di carburante e l'utilizzo di biodiesel (diesel prodotto da scarti, rifiuti e derivati) è possibile ridurre costantemente anche le emissioni di CO2. Sia nel 2017 sia nel 2018 la Cooperativa Migros Zurigo ha aggiunto alla sua flotta un camion elettrico di 12 tonnellate facendo così un primo passo verso l'introduzione di nuove tecnologie propulsive per i suoi trasporti.

Per quanto concerne la pianificazione degli itinerari, la Migros si ispira alla alle colonie di formiche, che istintivamente e in brevissimo tempo trovano la via più rapida dal cibo al nido. Un software intelligente si ispira a questa astuta «logistica delle formiche» e accorcia i tragitti dai centri di distribuzione alle filiali anche del 20%, consentendo di risparmiare tempo e denaro nonché di ridurre al tempo stesso le emissioni di CO2. 

Dal 2017 la Migros collabora con il Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca Empa  nella ricerca di soluzioni ecologiche per il trasporto delle merci. L'obiettivo è studiare nuovi concetti propulsivi a basse emissioni di CO2 e sviluppare una strategia di flotta. Il connubio tra ricerca e soluzioni pratiche aiuta la Migros a convertire i camion della sua flotta in moderni veicoli a basse emissioni di CO2e, al contempo, consente alla piattaforma «move» dell'Empa di beneficiare delle esperienze pratiche e delle conoscenze tecniche della Migros.

Approvvigionamento delle merci

Gran parte delle derrate alimentari in vendita alla Migros provengono dalle sue industrie. La maggior parte delle aziende dell'Industria Migros è dotata di collegamenti alla rete ferroviaria e può quindi effettuare la gran parte dei suoi trasporti di merci su rotaia. Per quanto concerne le merci acquistate da terzi, la Migros si adopera per elaborare con i suoi fornitori soluzioni di trasporto il più possibile rispettose dell'ambiente. 


Trasporto su rotaia della merce proveniente dall'Europa e dall'Estremo oriente

La Migros sostiene i fornitori che consegnano la loro merce presso il centro di distribuzione di Suhr (CDS) aiutandoli nella conversione del trasporto da gomma a rotaia. Dal 2017, per esempio, circa 1'000 palette l'anno di biscotti dalla Scozia vengono trasportate su rotaia a partire dal porto belga sul Mare del Nord e non più tramite camion come avveniva in passato. Un altro esempio sono le bibite provenienti dall'Italia, che dal 2018 vengono trasportate su rotaia a partire da Chiasso. La sfida del trasferimento dei trasporti da gomma a rotaia consiste nel fatto che il trasporto su rotaia richiede tempi netti maggiori e che sul piano dei prezzi dovrebbe situarsi agli stessi livelli del trasporto su gomma. Inoltre, la fornitura su rotaia richiede tempi di pianificazione leggermente più lunghi.

Alcuni prodotti Migros provenienti dall'Estremo oriente vengono trasportati tramite la ferrovia transiberiana: un viaggio su rotaia di 21 giorni e di circa 12'000 chilometri. Questo tipo di trasporto è doppiamente più veloce rispetto allo spostamento su navi portacontainer, costa la metà del trasporto aereo ed è rispettoso dell'ambiente. All'anno la Migros importa su rotaia circa 75 tonnellate di merce dall'Asia.


Compensazione del CO2 della merce trasportata per via aerea

Dal 2017 la Migros contrassegna i suoi prodotti trasportati per via aerea e dal 2018 ne compensa le emissioni di CO2 collaborando con la fondazione myclimate a progetti di tutela ambientale lungo le sue catene del valore aggiunto.


Utilizzo strategico dei porti dell'Europa meridionale

La Migros aumenta ulteriormente il volume di merce proveniente dai porti del Mediterraneo. Già oggi la Migros gestisce oltre il 50% delle sue operazioni con container marittimi presso i porti di Genova e La Spezia, per un totale di 4'400 container l'anno. Rispetto ai più lontani porti marittimi dell'Europa settentrionale, le distanze di trasporto sono più corte a vantaggio della diminuzione delle emissioni nocive. Utilizzando i porti dell'Europa meridionale in modo mirato e pianificato, la Migros si adopera per mantenere i quantitativi con essi gestiti almeno al 50% del volume. Dal 2015 la Migros, in qualità di unico dettagliante svizzero, raggruppa i container scaricati ai porti di La Spezia e Genova e li trasporta su rotaia ai suoi centri di distribuzione svizzeri.

Contenitori riutilizzabili

Per quanto concerne il trasporto delle merci, la Migros punta su contenitori riutilizzabili robusti invece che su contenitori di cartone monouso ed è l'unico dettagliante svizzero a utilizzarne un quantitativo così elevato. Tutte le cooperative, le industrie Migros e i centri di distribuzione nazionali nonché oltre 1'200 fornitori terzi esteri e nazionali sono connessi al sistema di riutilizzo dei contenitori. A loro disposizione vi sono oltre 8 milioni di contenitori riutilizzabili che consentono alla Migros di risparmiare ogni anno più di 90'000 tonnellate di cartone.

Vater mit Kind auf den Schultern

Tutte le promesse relative a clima ed energia

Potrebbe interessarti anche