Navigazione

Politica della famiglia

La conciliabilità tra lavoro e famiglia è stata considerata a lungo una questione prettamente privata in Svizzera. La metamorfosi economica e sociale, lo sviluppo demografico, il cambiamento della forma e della struttura della famiglia hanno però modificato il modo di vedere la società. Politica ed economia devono pertanto reagire a questa nuova situazione.

Madre e figlia

Nonostante vari tentativi in questa direzione, manca, oggi come ieri, un quadro generale per una politica della famiglia a livello nazionale. Migros, da datore di lavoro responsabile quale è, ha pertanto deciso di porre rimedio a questa grave carenza, definendo una propria politica della famiglia orientata al futuro e commisurata alle esigenze aziendali che favorisca la conciliabilità tra lavoro e famiglia e getti un ponte, in egual misura per donne e uomini, tra famiglia e lavoro.

«La Migros è donna»: la quota rosa ha raggiunto circa il 61%. La percentuale di donne in posizioni di comando è pari al 30,1%.

Le due sfere della vita, famiglia e lavoro, devono combinarsi in modo ragionevole nell’ambito di una cultura aziendale orientata alla famiglia. Anche se la politica della famiglia è un compito che chiama in causa gli sforzi congiunti di politica, economia e società, è innegabile che i presupposti essenziali e le possibilità concrete per favorire la conciliabilità tra lavoro e famiglia possano essere creati solo nelle imprese, in azienda e sul posto di lavoro.

Una politica del personale orientata alla famiglia, tuttavia, non si esaurisce con singole misure. Gli effetti migliori si ottengono, infatti, attraverso la combinazione di numerosi provvedimenti diversi. Le varie situazioni generali in ambito professionale e familiare richiedono inoltre soluzioni differenziate a seconda dei singoli casi.

In ultima analisi, si può dunque affermare che è proprio questo carattere combinato a rendere la politica della famiglia di Migros così sostenibile, efficace, moderna e commisurata ai beneficiari. E i fatti lo dimostrano: prevede il congedo di gravidanza, maternità, paternità e parentale; l’apertura a nuove forme di convivenza; il sostegno mirato alle famiglie con bambini; l’impegno per posti negli asili nido e il sostegno in caso di ricorso a offerte complementari per la famiglia; lo sviluppo di modelli di orario di lavoro favorevoli alla famiglia; l’adeguamento del posto di lavoro per le donne incinte e le madri che allattano; il sostegno attraverso forme di consulenza familiare e sociale in azienda; e, non da ultimo, un clima aziendale in cui le collaboratrici e i collaboratori con impegni familiari possano contare su un ambiente comprensivo rispetto al loro duplice impegno.

Migros, per convinzione, si adopera da decenni a favore di una politica aziendale della famiglia orientata al futuro, al di là di qualsiasi analisi dei costi-benefici improntata a principi economico-aziendali che riducono la politica della famiglia a un mero parametro economico e prescindono dal suo immenso significato politico-sociale.

Migros è stata premiata nel 2009 per le misure favorevoli alla famiglia dalla piattaforma per la famiglia e il lavoro gestita da Pro Familia, Pro Juventute e l’Unione padronale svizzera. Per Migros si tratta dell’ulteriore conferma che le sue condizioni di lavoro all’avanguardia e favorevoli alla famiglia sono riconosciute non solo dalle collaboratrici e dai collaboratori, ma anche dal grande pubblico e che rappresentano ormai uno standard affermato per una gestione aziendale.

Vater mit Kind auf den Schultern

Tutte le promesse relative a collaboratori

Potrebbe interessarti anche