Navigazione

Azione volontaria contro il littering

La Migros si impegna volontariamente per un ambiente pulito. Ad esempio, gestisce il più grande sistema di resi del commercio al dettaglio svizzero.

Azione volontaria contro il littering

Fotolia_55660418

«Il prezzo della libertà è il volontariato»: fedele al pensiero del suo fondatore Gottlieb Duttweiler, ancora oggi la Migros si impegna volontariamente a favore della società. Ad esempio per quanto concerne il littering, ossia l'atto di buttare i rifiuti per terra con noncuranza su piazze, strade e parchi. Circa la metà di questi rifiuti è generata da prodotti take away. La Migros affronta questo problema, che riguarda tutta la società, alla radice secondo il suo principio «evitare, ridurre, riutilizzare» e riduce la quantità di imballaggi. Al contempo, sostiene la clientela nello smaltimento corretto dei rifiuti:

  • mettendo a disposizione sufficienti opportunità di smaltimento nelle sue filiali e svuotando e pulendo regolarmente le pattumiere che si trovano all'entrata delle sue filiali. In singoli casi vengono gestiti da collaboratori della Migros anche cestini dei rifiuti pubblici;
  • gestendo il più grande sistema di resi del commercio al dettaglio svizzero, attraverso il quale, oltre alle bottiglie in PET, si possono smaltire tra l'altro anche tutte le bottiglie e i flaconi in plastica di uso domestico, nonché CD e DVD;
  • mettendo a disposizione stoviglie riutilizzabili presso determinati De Gustibus Migros e premiando i clienti che le utilizzano con riduzioni di prezzo.

Partecipazione a soluzioni settoriali e campagne regionali

Nella sua lotta contro il littering, la Migros collabora con la Comunità d'interessi Commercio al dettaglio Svizzera (IGDHS) e il Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU) e sostiene campagne regionali, tra l'altro anche tramite contributi finanziari. Dal 2006, la Migros di Basilea si impegna in questo settore tramite i «Basler Littering-Gesprächen» – un'unione di commercianti al dettaglio, gerenti di take away e rappresentanti del settore – con l'obiettivo di affrontare attivamente il problema del littering, che concerne tutta la società. Un esempio concreto dell'impegno di questa iniziativa settoriale è la campagna «Ein Drecksack macht sauber» svolta nella città di Basilea. Durante i mesi estivi i negozi, ristoranti e chioschi del centro di Basilea che partecipano alla campagna distribuiscono gratuitamente un «sacchetto raccoglisporcizia» a tutti i clienti che acquistano alimenti da consumare all'aperto. In seguito possono smaltire i loro rifiuti in questo sacchetto in uno dei 29 container «Drecksack» messi a disposizione appositamente. Di questa campagna fa parte anche un gioco a premi.

A favore di misure volontarie

Attraverso varie misure, la Migros contribuisce volontariamente ad agire contro il littering. Tuttavia, la Migros è contraria a un obbligo di recupero degli imballaggi unilaterale solo da parte dei commercianti al dettaglio o a tasse sul littering da applicare ai prodotti, aspetti attualmente discussi in ambito della lotta contro il littering in particolare nella città di Berna. Soluzioni di questo tipo non sono sufficientemente efficaci e puniscono tutti i consumatori invece di colpire chi veramente butta i rifiuti per terra. Quanto le misure volontarie siano una via percorribile e sensata lo dimostra anche un nuovo studio, secondo il quale il contesto sociale e la situazione (luogo, ora) in cui ci si trova al momento del littering spesso sono molto più determinanti per tale gesto della specifica confezione. Dal punto di vista dell'economia comportamentale, le tasse sul littering potrebbero addirittura incentivare questo modo di agire indesiderato, secondo il motto: «Siccome ne ho dovuto pagare il prezzo posso anche buttare i rifiuti per terra».

Vater mit Kind auf den Schultern

Tutte le promesse relative a rifiuti e smaltimento

Potrebbe interessarti anche