Navigazione

13.05.2019 - Sostenibilita Canne da pesca anziché reti

Zurigo - La Migros s'impegna contro il saccheggio dei mari: alle Maldive e ora anche in Indonesia, sostiene i pescatori che praticano la pesca tradizionale del tonno, salvaguardando così l'ambiente.

2160x1215_pole-line-indonesien.jpg

Questi pescatori indonesiani pescano il tonno a canna. Un lavoro impegnativo, ma rispettoso dell'ambiente.

2160x1215_poleline.jpg

Oggi assistiamo a una caccia impietosa: i pescatori, equipaggiati di strumenti moderni, catturano i tonni nelle acque indonesiane con enormi reti circolari. Vengono così intrappolati interi banchi di pesci, con frequenti catture accidentali. «Squali, razze, delfini e tartarughe si ritrovano anch'essi imprigionati nelle reti», spiega la biologa marina Sandra Hinni, specialista dello sviluppo sostenibile presso la Federazione delle cooperative Migros (FCM).

L'associazione di 750 pescatori, con la quale la Migros sta stringendo attualmente un partenariato, ha un approccio totalmente diverso. Questi uomini vivono a Sorong, una città sulla costa della parte indonesiana della Nuova Guinea. Essi dispongono di 35 barche e praticano un metodo di pesca tradizionale del tonno: la pesca a canna. «Il rendimento è inferiore, ma in pratica vengono catturati soltanto i tonni, risparmiando così le altre specie marine», commenta Sandra Hinni. I grandi ami permettono altresì di evitare la cattura dei pesci più giovani.

Si proteggono anche i posti di lavoro
Questo metodo di pesca a canna offre vantaggi non soltanto ecologici, bensì anche sociali: richiede più manodopera rispetto al settore industriale, contribuendo così alla creazione di posti di lavoro.

I pescatori di Sorong stanno ora ottenendo il certificato MSC, che garantisce il rispetto degli ecosistemi marini. E la Migros acquista da loro il tonno per le sue conserve. «La nostra garanzia d'acquisto offre nuove prospettive ai pescatori», afferma Adrian Lehmann, acquirente alla FCM. 

La Migros sostiene già dal 2013 un progetto Pole & line di vaste dimensioni alle Maldive: anche qui, ha siglato un partenariato con i pescatori che praticano la pesca tradizionale del tonno, evitando così catture accidentali e una pesca eccessiva. Grazie al suo nuovo impegno in Indonesia, la Migros ha potuto raggiungere un obiettivo ambizioso: nel suo assortimento di conserve, ora propone esclusivamente tonno pescato a canna.

Persino il cibo per gatti contiene tonno pescato con il metodo Pole & line; se i nostri felini fossero dotati di una coscienza ecologica, sarebbero ancora più felici di fronte alla loro ciotola.

Protezione dei mari
Nell'ambito del programma Generazione M, la Migros si era impegnata a vendere entro il 2020 soltanto pesce e frutti di mare provenienti da fonti sostenibili. Una promessa mantenuta con anticipo: tutti i prodotti della pesca in assortimento provengono già ora da fonti qualificate come raccomandate o accettabili dal WWF.

Testo: Michael West
Foto: Warren Smart/Green Renaissance/IPNLF