Navigazione

Stato della promessa: relativa alle banane sostenibili

Inizio della promessa:
2016

Anno fissato:
Fine 2017

Valore obiettivo:
Assortimento di banane sostenibile al 100%

  • Migros Bio
  • Fairtrade Max Havelaar
  • progetto pilota WWF
  • Rainforest Alliance (assortimento a basso prezzo: banane M-Budget)
  • Mini banane Max Havelaar 

Indicatore e unità di misura:
Percentuale di cifra d’affari con banane che soddisfano le direttive sulla sostenibilità (vedi sopra) in percentuale.

Campo di applicazione:
Supermercati e ipermercati Migros 

Intervallo di controlling:
Annualmente, prima verifica dei progressi il 31.12.2016

31.12.2016

Al momento, il nostro obiettivo di rendere l’assortimento di banane ancora più sostenibile è stato raggiunto nella misura del 47%. Questo perché i produttori di banane aderenti al progetto pilota del WWF stanno applicando gradualmente i requisiti più severi in termini di sostenibilità. Ad oggi, già tre quarti dei requisiti sono implementati in modo capillare. L’obiettivo sarà raggiunto e le banane saranno in linea con la promessa solo quando i criteri saranno soddisfatti completamente in tutte le piantagioni. Prevediamo pertanto di registrare progressi maggiori su questo fronte nel secondo semestre.

Qui scopri cosa significa per te la nostra promessa e trovi una panoramica esaustiva dei vari punti:

Riguardo alla promessa

Promettiamo che entro fine del 2017 tutte le nostre banane proverranno da coltivazioni sostenibili.

Promessa in corso di realizzazione.

Non per caso la banana è il frutto più amato in Svizzera. Perfettamente racchiusa, è un frutto sano e persino piacevole alla vista. Affinché possa essere consumata con la coscienza tranquilla, la Migros, in collaborazione con il WWF, ha messo a punto 300 misure per una coltivazione ancor più ecologica e socialmente sostenibile delle banane. Questo progetto pilota, che sarà attuato entro fine 2017 in Colombia e in Ecuador, fa parte della promessa di Generazione-M: “Promettiamo che entro fine 2017 tutte le nostre banane proverranno da coltivazioni sostenibili.”

Misure ecologiche e sociali

Le 300 misure ecologiche e sociali riguardano i seguenti sette temi: 

  • Ecosistemi / Biodiversità: tutela della biodiversità di piante e animali come pure degli interi ecosistemi. Collegamento dei diversi spazi vitali all’interno delle aziende e tra diverse aziende. Conversione in tutte le piantagioni di zone tampone coltivate in boschi e fiumi.
  • Gestione dei rifiuti: migliore gestione dei rifiuti, stoccaggio, smaltimento e trasporto inclusi
  • Protezione integrata delle piante: impiego più responsabile e quindi possibilmente ridotto al minimo di prodotti fitosanitari
  • Gestione del suolo: analisi dei suoli per ottenere miglioramenti in termini di qualità, percentuale di materiale organico e struttura del suolo.
  • Protezione del clima: analisi delle emissioni di gas serra per dedurre misure volte alla loro riduzione.
  • Gestione dell’acqua: gestione più responsabile dell'acqua e delle acque reflue. Dialogo con altri utenti del servizio idrico a livello regionale (Water Stewardship).
  • Temi sociali: ottimizzazione delle condizioni di lavoro, della sicurezza sul lavoro, della tutela della salute e dell’uguaglianza di genere, ecc.

Nel trasporto delle banane la Migros svolge già da anni un ruolo pionieristico grazie al sistema di contenitori riutilizzabili di plastica. Le palette di plastica infatti, a differenza delle scatole di cartone, sono riutilizzabili. Ogni anno si riescono a risparmiare così più di un milione di scatole di banane e risorse naturali. La riduzione di emissioni di CO2 corrisponde a circa 400 voli di andata e ritorno da Zurigo alla Nuova Zelanda.

Più prestazioni allo stesso prezzo: le banane del progetto pilota del WWF prodotte in conformità allo standard di sostenibilità più severo non saranno però più costose per i consumatori.

Maggiori informazioni sul progetto sono reperibili su www.migros.ch/banana